Cuba, Importanti News per gli Investitori Stranieri (Ley de la inversiòn Extranjera)

cuba,immobili cuba,investire cuba,appartamento havana,business cuba

Dopo tanta agognata attesa è finalmente uscita a Cuba in Gazzetta Ufficiale la legge n°118 del 29 Marzo 2014 denominata Ley de la inversiòn Extranjera e fra 90 gg sarà legge dello Stato (www.gazetaoficial.cu o www.granma.cu)

Per acquistarla c’era una coda come se stessero dando via soldi gratis, questo la dice tutta sull’ aspettativa che si ha (da parte non solo straniera) nei riguardi di questa legge.

Vorrei anticiparvi alcuni punti che mi sembrano rilevanti e che per conoscitori attenti della realtà dell’Isola risulteranno quantomeno rivoluzionari tanto per utilizzare un termine caro da queste parti.

 

Fino ad oggi vi erano due sistemi per fare business a Cuba, il primo era quello di accreditarsi presso lo stato cubano come fornitore ed iniziare la lunga trafila di rapporti e relazioni con le varie Importadore, sorta di uffici acquisti di Cuba con i quali chi ha intenzione di vendere (da un chiodo ad una testata nucleare) deve per forza di cose passare, e vi assicuro non con poca fatica e con una enorme dose di pazienza.

Il secondo era di costituire una impresa mista con lo stato cubano ove naturalmente il tuo socio avrà il 51% della società cosa che fino ad oggi ha tenuto ben lungi la maggior parte degli imprenditori intenzionati ad investire nella Isla Grande fatta eccezione naturalmente per le grosse multinazionali che potevano permettersi investimenti a lungo termine avendo le spalle sufficientemente grosse per sopportare i biblici Tempi cubani.

 

La nuova legge porta innanzi tutto alla luce due nuovi soggetti giuridici: l’Impresa di capitale totalmente straniero e Il Contratto di Associazione Economica Internazionale.

Il primo è abbastanza intuibile; si autorizza la creazione d’Imprese a capitale totalmente straniero senza la presenza di nessuna controparte cubana, cosa che fra l’altro in zona franca di Mariel dalla sua inaugurazione di qualche mese fa era già attività possibile anche se fino ad ora di monopolio Brasiliano/Cinese visto l’apporto che queste due Nazioni hanno dato alla realizzazione della mega opera.

La seconda mi sembra decisamente interessante, si tratta appunto di un Contratto fra una o più imprese straniere ed una o più imprese cubane per realizzare atti propri di una associazione economica internazionale senza costituire una persona giuridica distinta dalle parti (Art. 2 punto f).

 

Di per se solo questi due punti qualche mese fa potevano risultare agli occhi ed alle orecchie dei vari osservatori pura fantasia, ma la legge procede con altre innovazioni che per forze di cose devono mantenere quel carattere di attrattiva al business ed all’investimento che fino ad oggi ha sempre faticato ad emergere nella realtà cubana.

Alcuni esempi: la costituzione di una qualsiasi di queste entità giuridiche prevede l’esenzione dagli oneri d’imposta tributaria per 8 anni (Art. 10; e dal 34 al 47), dopo gli 8 anni, che possono essere anche estesi, la quota contributiva tributaria complessiva passerà al 15%.

 

CONTINUA a LEGGERE 

 

 

Articoli Correlati
Cuba e Cina : una "amicizia" strategica
CUBA : Vivere e Fare Business nell' Isola
Fare Business a Cuba
Foto appartamento havana- 8
Foto appartamento havana- 7
Foto appartamento havana-6

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina,
cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Informativa sulla Privacy