Immobili in Brasile, concrete opportunità di investimento

b_304_196_16777215_00_images_brasile.png

Ricordiamo che per acquistare un immobile in Brasile bisogna possedere il codice fiscale brasiliano.Stesso discorso per i terreni edificabili, che assicurano rendimenti a dir poco interessanti (In diverse zone, il rendimento si aggira sull’ 8% annuo).

Ovviamente, anche gli acquisti immobiliari in questo Paese sono soggetti al pagamento di alcune imposte. Il loro costo incide per circa il 6% del prezzo dichiarato. Il 3% se ne va per il pagamento dell’ITIV (l’IVA brasiliana), l’1,25% del valore dichiarato va al notaio, lo 0,75% per la voltura e l’1% in spese amministrative.

Anche in Brasile, poi, esiste ciò che da noi si chiama IMU (tuttavia più bassa,e varia mediamente dai 50 ai 200 euro all’anno, a seconda del tipo di immobile).

Gli stabilimenti italiani in Brasile sono tantissimi (e in crescita) ed impiegano oltre 150 mila lavoratori. Le imprese italiane sono attratte dal costo della manodopera relativamente basso e da una serie di incentivi fiscali, che variano in molti casi di stato in stato.

Il carico fiscale medio può arrivare al 34%, sensibilmente più basso che in Italia.

Se sei interessato ad approfondire concrete opportunità in Brasile (Es° B&B sul lungomare, con ottimo fatturato, in vendita a FORTALEZA), che tu sia un privato o una impresa, scrivici a : L'ESPERTO RISPONDE

 

Articoli Correlati
Economia Brasile e Mondiali di Calcio, il parere delle agenz...
Brasile e il mercato del caffè (inizio 2014)
Brasile 2014 : investimenti,trend,eventi
Investire nel mercato del Caffè : Una Introduzione
Investire in Brasile : il paese dei Record
Brasile : Business per Imprese Edili

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina,
cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Informativa sulla Privacy