Grexit, mini rimbalzo dei mercati

b_307_204_16777215_00_images_eurozona-momento-verita.jpg

Borse europee in leggero recupero dopo le forti perdite di ieri. Fiato sospeso da parte degli operatori, che attendono gli incontri previsti già in giornata, prima il meeting dell'Eurogruppo e a seguire quello dei Capi di Stato. Dopo la vittoria dei "no" al referendum di domenica in Grecia, l’esecutivo di Atene dovrebbe formulare una nuova proposta ai creditori internazionali. Serve una soluzione concreta che convinca anche i più dubbiosi a firmare il compromesso. Ieri sera la Banca Centrale Europea ha confermato che non varierà il tetto ai fondi di emergenza, ma alzerà invece l'haircut sui titoli usati a garanzia dalle banche greche. Queste mosse sottintendono la volontà della BCE di ridurre le tempistiche al minimo e spingere le parti coinvolte verso una soluzione.

 

Le negoziazioni quindi in queste ore saranno decisive per evitare l'uscita della Grecia dalla Zona Euro, il cosiddetto Grexit. Al momento abbiamo fissato le probabilità di tale evento al 25% se dovessero fallire ulteriormente le trattative delle prossime ore il Grexit avrebbe una probabilità ben maggiore del 50% con pesanti conseguenze sui mercati finanziari (VIDEO approfondimento).

 

 

Da segnalare che le tensioni in Grecia e il prossimo accordo sul nucleare in Iran hanno portato a un tonfo delle quotazioni del petrolio (trovi qui i prezzi live), che ha registrato la peggiore sessione degli ultimi 5 mesi. Brent e Wti toccano i minimi del mese di Aprile, rispettivamente 56 3 53 dollari al barile.

 

Qualora la Repubblica Islamica dovesse infatti accettare un compromesso, gli Stati Uniti potrebbero procedere a rimuovere le sanzioni, alcune delle quali limitano l’export di greggio dall’Iran. A seguito dell’accordo, dunque, milioni di barili potrebbero essere immessi sul mercato internazionale.

 

Sul Forex il cambio eurodollaro è sceso sotto quota 1,10 al momento scambia a 1,098. L'eventuale cedimento dei minimi odierni aumenterebbe le pressioni ribassiste creando i presupposti per una discesa verso 1,08.

 

Articoli Correlati
Mps e crisi bancaria italiana
Profondo rosso i titoli bancari a piazza affari
Arabia Saudita in crisi, chiede un prestito da 5 miliardi
Petrolio, la fine dello Shale Oil è vicina ?
Russia e Arabia Saudita, accordo sul petrolio ?
BANCA MONDIALE : 2016 anno negativo per petrolio e materie p...

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina,
cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Informativa sulla Privacy