FED e BoJ : nuove politiche monetarie

b_332_166_16777215_00_images_forex-forex.jpg

La Federal reserve (Fed) ha annunciato il rialzo del principale tasso di riferimento dell’istituto dallo 0,25 allo 0,5 per cento. È un annuncio atteso da mesi visto che potrebbe porre fine a una fase caratterizzata dall’uso di misure senza precedenti da parte della Fed.

La Yellen ritiene infatti che si possa mettere fine alla fase di espansione monetaria perché l’economia statunitense è in ripresa e dovrebbe essere in grado di andare avanti da sola senza ulteriori misure eccezionali.

La Fed prevede di arrivare a un tasso dell’1,4 per cento entro la fine del 2016, intorno al 2,4 per cento nel 2017 e al 3,4 per cento nel 2018. Quindi solo fra tre anni (almeno in teoria) i tassi dovrebbero tornare ai livelli precedenti la crisi.

Sul fronte asiatico, la Banca del Giappone ha lasciato invece invariato l'importo del proprio programma di acquisto asset annunciandone invece una riorganizzazione (allargando il paniere degli asset acquistabili).

La banca centrale giapponese ha confermato l'obiettivo di espansione della base monetaria al ritmo annuo di 80.000 miliardi di yen l'anno (circa 600 miliardi di euro) e la destinazione di 300 miliardi di yen all'acquisto di Etf su azioni di aziende impegnate ad aumentare investimenti e salari.

 

Articoli Correlati
Fed, più facile il rialzo tassi a Dicembre
Shanghai trascina a picco le borse : -6.15%
Borse nel panico, pioggia di vendite sui mercati azionari
Verbali FED, il dollaro perde terreno
I mercati attendono la FED, ma l’Istat non spinge Piazza A...
Mercati : la settimana in arrivo e i livelli tecnici

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina,
cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Informativa sulla Privacy