Azioni aziende più interessanti nel settore del grafene (il materiale del futuro)

grafene,struttura

I piccoli investitori potrebbero essere interessati a conoscere e a scoprire nel dettaglio le caratteristiche e le doti del grafene, che da più parti negli ultimi tempi viene considerato come il materiale del futuro. Il merito va attribuito alle sue proprietà elettroniche, che sono uniche: no, non si tratta di un’iperbole, ma è davvero così, nel senso che al momento non si conoscono altri materiali in cui le cariche elettriche si muovano come accade nel grafene, con effetti quantistici che possono essere misurati anche a temperatura ambiente. Può essere utile, a questo punto, verificare quali siano le aziende più promettenti nel settore, in vista di un potenziale investimento.

 

Tra le società quotate al London Stock Exchange vi sono, per esempio, la Haydale Graphene Industries e la Applied Graphene Materials: quest’ultima, che vende grafene in polvere, ha sviluppato e messo a punto un processo proprietario relativo alla produzione di grafene ad alte prestazioni. Per quel che riguarda la Haydale Graphene Industries, si tratta in realtà di una holding a cui sono riconducibili la Haydale Composite Solutions, che si occupa dello sviluppo e della distribuzione di materiali compositi polimerici avanzati, e la Haydale, concentrata sui nuovi processi finalizzati alla produzione di nanomateriali e grafene.

 

Spostandosi un po’ più in là, in Asia c’è la Cina Carbon Graphite Group, che ha sede a Shanghai ed è quotata negli Stati Uniti all’OTC Market Groups: tramite la Royal Elite New Energy Science & Technology, una sua controllata, questa società vende prodotti connessi al grafene. Nel continente americano, poi, è opportuno segnalare la Grafoid, che non è quotata in Borsa perché privata: si tratta di una realtà canadese impegnata nel settore della ricerca e dello sviluppo per il grafene, il cui più grande azionista è una società quotata al TSX Venture Exchange, la Focus Graphite. Grafoid è piuttosto nota grazie al MesoGraf, il suo prodotto più importante, che è grafene puro che viene realizzato tramite un processo proprietario esclusivo che ha il pregio di essere molto più ecologico rispetto agli altri metodi che attualmente vengono messi in pratica.

 

Proprio il Canada, a dir la verità, è un punto di riferimento significativo per il grafene: lo dimostra anche la presenza di un’altra azienda privata, la NanoXplore Group, che ha sede a Montreal. È la Mason Graphite, quotata al TSX Venture Exchange, a possedere la quota azionaria di maggioranza. E, sempre in Canada, la Grafene 3D Lab ha dato vita al Conductive Graphene Filament, un prodotto per la stampa di sensori e circuiti per applicazioni elettroniche.

 

Insomma, sembra proprio che investire sulle aziende impegnate nel settore del grafene sia una scelta vincente, in virtù delle proprietà meccaniche, elettroniche e ottiche di questo materiale: se a ciò si aggiunge il fatto che devono ancora esserne scoperte le applicazioni possibili nel campo della spintronica e in quello della biologia, appare chiara la ragione per cui le aziende che fanno parte di questo mercato meritino un occhio di riguardo, per una nuova tecnologia industriale che potrebbe innescare una piccola grande rivoluzione.

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina,
cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Informativa sulla Privacy