Isole tropicali di Panama

isole tropicali panama

La Repubblica di Panama è un paese centroamericano di rara bellezza ed in particolare la posizione della sua capitale la Città di Panama, offre una natura strepitosa nelle immediate vicinanze.

Considerando che Panama dispone di ben 2.800 chilometri di coste, oltre a 1.518 tra isole ed isolotti, di cui molti sono in vendita. La maggior parte delle isole sono a meno di un’ora di viaggio dalla città capitale ed il costo può variare a seconda della grandezza e delle aree in cui sono ubicate. Sia isole che i terreni fronte mare offrono panoramiche spesso incontaminate e di una bellezza mozzafiato. Non sono molti i paesi che possono offrire un’opportunità simile a prezzi di gran lunga concorrenziali ed agevolazioni fiscali senza confronti. Inoltre il governo panamense con la promulgazione della Legge 80/2009 ha permesso l’attestazione di proprietà a quei terreni fronte mare, isole ed isolotti che non hanno il “titolo di proprietà”, ma possiedono il cosi nominato “titolo di possesso” che somiglia un po’ all’uso capione in vigore in Italia negli anni passati, si tratta cioè di un certificato che dichiara l’occupazione o residenza di un intestatario di un determinato appezzamento o lotto di terreno a partire da una data specifica. Questo ha permesso la vendita di questi titoli equiparandoli a quelli di proprietà vera e propria permettendo la successiva intestazione ed incrementandone notevolmente il valore di mercato. E’ utile conoscere questo meccanismo che può alimentare ottimi affari sul territorio. Le proprietà con questa modalità infatti si trovano sul mercato a prezzi inferiori e spesso con offerte imperdibili.

Una pubblicazione prestigiosa come la guida Lonely Planet, espone in questo modo le isole maggiormente interessanti da un punto di vista turistico:

Isola di Taboga
Questa incantevole isola ricca di storia è situata 20 km a sud della Città di Panama, di fronte a Veracruz L'isola di Taboga ha una bella spiaggia, alcuni tratti di foresta pluviale protetta e offre asilo a una delle più numerose colonie di pellicani marroni dell'America Latina. Conosciuta come l'Isola dei fiori, perché in certi periodi è inondata dall'aroma dei boccioli, l'isola è una delle mete festive preferite dagli abitanti della città. Taboga ha una lunga storia e fu colonizzata prima di Città di Panama. C'è una chiesetta che si dice sia la seconda, per antichità, dell'intero emisfero occidentale, e da cui Pizarro partì alla conquista del Perú nel 1524. La festa annuale dell'isola si svolge il 16 luglio e prevede processioni in mare e celebrazioni di vario genere. Taboga è raggiungibile con un'ora di traghetto da Balboa. Se vi piace abitare in un'isola a solo un'ora dalla cittá questa é un'ottima opzione, con un gommone bastano 15 minuti per sbarcare ad Amador, zona fornita da ristoranti, negozi, hotels e vita notturna. I prezzi delle proprietà a Taboga sono ancora ragionevoli.

Arcipelago de San Blas
Le isole dell'Arcipelago de San Blas sono disseminate lungo la costa caraibica di Panama, dal Golfo de San Blas fin quasi al confine con la Colombia. Le 378 isole sono patria degli indios kuna, che le amministrano come provincia autonoma con minime interferenze da parte del governo nazionale. Questa popolazione mantiene un proprio sistema economico, la lingua, i costumi e la cultura tradizionali, e ha modi di vestire, leggende, musica e danze distinti da quelli del resto del paese. L'economia si basa sulla vendita delle noci di cocco, sulla pesca e sul turismo. Nella zona si possono fare belle immersioni; le condizioni migliori si verificano nel periodo tra aprile e giugno. Le isole più interessanti sono Achutupu, Kagantupu e Coco Blanco. Molte isole sono raggiungibili da Panama City in aereo; in alternativa si può provare a chiedere un passaggio alle navi mercantili kuna da Colón. A San Blas e in tutto il territorio Kuna Yala, non è possibile acquistare proprietà immobiliari che, tra l’ altro, non sono neanche accatastate. Subito dopo San Blas, troviamo sulla costa il villaggio di Puerto Obaldia, ultimo avamposto di Panama, prima del confine con la Colombia dove troviamo il villaggio turistico di Capurgana, con prezzi dei terreni fronte mare notevolmente inferiori a Panama.

Arcipelago de Bocas del Toro
Molte delle isole selvagge dell'Arcipelago di Bocas del Toro nel Mar dei Caraibi sono protette e fanno parte del Parco Nazionale Bastimentos. Il parco offre splendide opportunità di praticare immersioni, snorkelling e nuoto, e sulle spiagge depongono le uova molte specie di tartarughe marine. La città principale dell'arcipelago è Bocas del Toro all'estremità sud-orientale di Isola Colón. L'arcipelago si trova al largo del litorale nord-orientale di Panama ed è raggiungibile in aereo da Panama City, David e Changuinola, o in traghetto da Almirante e Chiriquí Grande.  Quest’area ha avuto un boom turistico negli ultimi anni, grazie ai molti americani che hanno lasciato la vicina Costarica per Panama. I prezzi delle proprietà sono aumentati molto, ma ancora si possono trovare buoni affari. A parte la natura però, la vita risulta noiosa e molte aree non sono coperte da internet e cellulare. In questa regione bisogna fare molta attenzione acquistando proprietá non titolate in quanto sono state fatte molte speculazioni e cambi di proprietà, per cui attenzione a non acquistare un pugno di mosche!

Isola Grande
Per descrivere questa remota e bella isola al largo della costa caraibica, vicino a Portobelo, si dovrebbe far uso di tutti i più esotici cliché sui Caraibi. Piccola (solo cinque chilometri per uno e mezzo), è abitata da 300 persone di origine africana che vivono di pesca e dello sfruttamento della noce di cocco. E' possibile pernottare sull'isola e affittare barche, ma non c'è alcun centro attrezzato per le immersioni né un posto dove affittare l'equipaggiamento per lo snorkelling. I turisti sono spesso attratti dalle festività locali, tra cui la festa di San Juan Batista il 24 giugno, celebrata con gare di canoe e di nuoto; il giorno della Vergine del Carmen, il 16 luglio, celebrato con una processione in terra e una in mare; e il Carnevale, precedente il mercoledì delle Ceneri, scatena feste a base di musica e danze calypso. Qui i prezzi delle proprietà sono proibitivi, ma si può cercare sempre un buon affare.

Isola Coiba
L'isola Coiba è la più grande dell'Istmo ed è considerata uno degli ultimi "paradisi naturali" incontaminati.· In passato veniva usata come isola- prigione, oggi invece è un parco nazionale, e dal 2005 è patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina,
cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Informativa sulla Privacy