Tassa Patrimoniale ? Sarà nuovo crollo degli Immobili

Pubblicato Martedì, 01 Novembre 2011 11:26

patrimoniale,prezzi,immobili

Niente di nuovo sotto il sole… ma il problema è che molti preferiscono i paraocchi, se non addirittura le “fette di salame”, piuttosto che guardare il sole con “occhio solare”.

Comunque  non è mai troppo tardi per… guardare avanti ,e ora che tutti parlano di Patrimoniale e nessuno ha più dubbi sulla sua drammatica necessità, noi cerchiamo di avanzare possibili Scenari Complessi da cavalcare.

Anzitutto, l’impatto maggiore sarà sugli immobili i cui prezzi, malgrado il trend mondiale in discesa e il crollo delle compravendite in Italia, hanno tenuto con lievi flessioni.

La ragione è nota: il bacino di risparmio in Italia è ancora alto e l’85% degli Italiani è già proprietario di casa (rispetto al 50% dei Tedeschi e al 70% dei Francesi…). In tale contesto, una dismissione anche parziale non troverebbe molti acquirenti con inevitabile crollo dei prezzi, e molti, intenzionati a vendere da un paio di anni le varie case comprate come “bene rifugio” o come “investimento” per sé e i figli, preferiscono attendere “tempi migliori” poiché “non hanno urgenza” (dato il “grasso accumulato” in BOT, BTP, CCT…).

Ma…

  • se i titoli di Stato diventassero parzialmente congelati, o peggio… (vedi mio post sull’Amputazione dei Debiti Pubblici);
  • se arriverà sul mercato l’ultima ondata “postuma” di immobili i cui cantieri, partiti nel 2009, sono sopravvissuti per realizzare e offrire appartamenti e uffici in un mercato oggigiorno sovra-saturo;
  • se il flusso immigratorio, come già si segnala, s’invertisse, con ritorno nei paesi dell’Est di numerose persone accorse qui prima della Grande Crisi e, ora, senza prospettive;
  • se arriva lo tsunami dei mutui americani (vedi grafico che segue)…

patrimoniale,prezzi,immobili

allora, anche l’Italia subirà un terremoto sui prezzi immobiliari ancora più violento a causa dell’eccessivo protrarsi di una situazione di stallo e, soprattutto, a causa dell’arrivo della mazzata finale per tanti che hanno visto ridursi negli ultimi anni i loro risparmi per sovvenzionare figli con lavoro precario e, a loro volta, con figli piccoli.

Un 30% di ribasso è quanto stimo da anni plausibile.

Saranno, però, tempi felici – non c’è mai un evento soltanto negativo…! – per chi preferisce la locazione o per chi, accontentandosi, vorrà garantirsi un “rifugio” (nel senso letterale…) con i pochi “liquidi liquidabili” che avrà saputo conservare.

L’immensa sovra-produzione di alloggi ormai evidente, aggravata dall’ultima ondata in arrivo, renderà disponibili alloggi in tutte le zone, persino in centro città!

Insomma, come sempre….

Il Caos favorisce le menti preparate (da ormai un anno e mezzo… su questo tema)!

 

Ad maiora!

www.complexlab.it/amici/antonucci-financial-broker