Obbligazionario sotto pressione ?

 

oro,obbligazionario,azionario,mercati emergenti,bond governativi

Incuranti per il momento dei possibili effetti della “Brexit”, i mercati finanziari hanno proseguito il loro trend sulla scia delle buone notizie nella zona euro, dove il clima di fiducia delle imprese tedesche ha evidenziato un recupero a 109,5 dal precedente 106,2, della revisione al rialzo della crescita americana per il terzo trimestre di quest’anno e del miglioramento delle economie emergenti.Non sono mancati comunque nel continente europeo momenti di forte nervosismo soprattutto legati al timore che il settore bancario potesse essere contagiato dalla profonda crisi della Deutsche Bank, nonostante i tentativi di smentita da parte dei vertici societari.

 

Basta osservare il trend del titolo e la sua attuale quotazione per farsi un’idea più esatta della situazione finanziaria della banca tedesca che rappresenterebbe sicuramente un evento sistemico in caso di seria difficoltà.Per il resto il mondo intero continua a viaggiare ad un ritmo di crescita superiore al 3 per cento e pare potersi stabilizzare su questi livelli, evitando per il momento una recessione.

 

Purtroppo restano ancora troppi bassi gli investimenti che però potrebbero crescere in futuro sulla scia del miglioramento delle economie emergenti ormai in ripartenza.Eppure dal punto di vista finanziario, dall’inizio dell’anno, è stato l’oro il cavallo vincente, seppur nelle ultime settimane si è assistito ad un brusco e veloce calo dei prezzi, da valutare attentamente (curva verde – oro) . Allo stesso modo, e ancora per l’ennesimo anno, è proseguita al rialzo la corsa delle obbligazioni governative europee e internazionali (curve blu) portando i rendimenti a livelli preoccupanti: fino a che punto sarà sostenibile tutto questo ? Un eventuale rialzo dei tassi d’interesse, anche per effetto anticipatorio della futura inflazione stimata dai mercati, potrebbe innescare delle rapide prese di profitto e quindi dei cali veloci e consistenti dei bonds.L’eventuale liquidità allora potrebbe spostarsi sull’azionario che dopo aver subìto un crollo importante nei primi mesi dell’anno, sembra lentamente riprendere vigore (curva rossa – dax) anche se la guardia non va ancora abbassata viste le imminenti elezioni americane.

 

b_257_232_16777215_00_images_titti.png

 

www.studioftm.it

 

 

Articoli Correlati
Quale futuro per il trend oro?
Rendimenti negativi  a favore dell’oro
Effetto “deleveraging” sulla bassa crescita
Oro e titoli auriferi da accumulare ?
Ripresa Economica ?

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina,
cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Informativa sulla Privacy